I successi firmati Riva, l’ipoteca sulla salvezza e l’ultimo pari: i precedenti tra Fiorentina e Cagliari

I precedenti tra viola e rossoblù in terra toscana

pubblicato il 07/07/2020 in I Precedenti da Marco Zucca
Condividi su:
Marco Zucca
Foto: Gazzetta.it

31^ giornata di campionato, con il Cagliari che andrà a far visita alla Fiorentina. Sono 39 i precedenti tra le due squadre (tutti in Serie A tranne uno in B) in terra toscana: 28 le vittorie viola, 7 i pareggi e appena 4 i successi rossoblù. 70 i gol segnati dai fiorentini, 27 dai sardi.

La prima gara tra le due compagini si disputò in massima serie nella stagione ’64/65: 2-0 per la Fiorentina (Orlando, Hamrin). Medesimo risultato anche il campionato seguente (doppietta di Hamrin). Ancora Hamrin e poi De Sisti regalarono altre due vittorie ai padroni di casa.

Il primo pareggio giunse nell’anno che precedette lo scudetto: 1-1 (Maraschi, Riva). Il successo sardo arrivò, finalmente, nel dicembre ‘69: 0-1 (rigore di Riva).

I rossoblù si sarebbero ripetuti nel ’70/71 e ’71/72: prima 1-2 (D’Alessi, Greatti, Chiarugi), poi 0-1 (Riva).

Ancora successi viola, il più rotondo nel ‘73/74: 4-1 (Saltutti, Caso, Speggiorin e rigore di Merlo; inutile segnatura del solito Riva).

Tra la fine degli anni ’70 e l’inizio degli ’80 i cagliaritani riuscirono a fermare sul pari i padroni di casa in ben tre occasioni. Prima per 1-1 (Piras, Tendi), poi 0-0 e ancora 1-1 nell’81/82 (Sacchetti, Piras).

Dopodiché, per oltre quarant’anni sarebbe stato dominio incontrastato della Fiorentina.

Nell’82/83 non bastò Uribe per fermare l’impeto viola (Passarella, Massaro e rigore di Antognoni); né fu sufficiente Fonseca, che pure sbloccò il match, nel ‘90/91: 4-1 (autogol di Festa, Orlando e doppietta di Nappi).

Tra le altre vittorie più larghe della Fiorentina il 4-2 nel ’98/99 (tripletta di Batistuta ed Edmundo; inutili reti di O’Neill e De Patre) e il rotondo 5-1 del 2007/2008 (Montolivo, pareggio illusorio di Fini, poi doppietta di Mutu e doppietta di Santana).

Nel maggio 2012 fu pareggio a reti inviolate. Nel 2012/2013, invece, ancora successo sonoro dei toscani: 4-1 (Rodriguez, pari momentaneo di Casarini, Jovetic, Toni, Cuadrado).

Nel 2013/14 la rete di Pinilla all’87’ regalò al Cagliari il pari (il vantaggio era stato siglato da Borja Valero).

Nell’aprile 2015, alla prima di Festa sulla panchina rossoblù, giunse un’incredibile quanto inattesa vittoria, che mancava a Firenze da oltre 40 anni: 3-1, grazie ai gol di Cop (doppietta) e Farias dopo una serpentina esaltante (rete viola di Gilardino). Purtroppo quell’imposizione si sarebbe rivelata inutile ai fini della permanenza in massima serie.

Nel 2016/17 i toscani tornarono al successo grazie alla rete di Kalinic nel recupero.

Due stagioni fa, invece, la rete di Pavoletti fu un’autentica scacciacrisi e mise una seria ipoteca sulla salvezza del Cagliari, vittorioso poi all’ultima giornata contro l’Atalanta.

Lo scorso campionato ancora Pavoletti pareggiò il rigore di Veretout.