Come arriva il Cagliari alla gara contro la Samp

I rossoblu non hanno ancora vinto un match, ma serve una scossa

pubblicato il 15/10/2021 in Approfondimenti da Michelangelo Corrias
Condividi su:
Michelangelo Corrias
2021

Il Cagliari arriva alla gara contro la Sampdoria da ultimo in classifica. Viene da 7 partite senza vittorie, ma dove anzi ha collezionato 3 pareggi e 4 sconfitte, prendendo 16 gol (peggior difesa dopo quella dello Spezia).

Le condizioni non sono per nulla ottimali, l'inizio di questo campionato è stato terribile, per di più se si pensa che il Cagliari ha affrontato squadre come Spezia, Genoa, Empoli e Venezia, tutte in corsa per la salvezza, che contro i sardi hanno portato a casa almeno un punto se non di più. Se si aggiunge poi il cambio di allenatore, da Semplici a Mazzarri, dopo sole 3 giornate, si capisce quanto questa squadra non abbia ancora trovato dei punti fermi.

Anche la Sampdoria non è partita benissimo, al momento è ferma a 6 punti, ma questa non è una gara a chi sta peggio. Perché il Cagliari indipendentemente dalla forza dell'avversario deve portare a casa questi 3 punti che mancano in Serie A dal 9 maggio.

Mazzarri sa che nonostante sia il nuovo arrivato anche lui da un momento all'altro può essere messo in discussione, del resto questo è la prassi da quasi due anni per chi siede sulla panchina rossoblu.

Dopo questa sosta che come al solito ha portato via giocatori importanti in giro per il mondo (ma è anche un motivo d'orgoglio) Mazzarri deve fare gruppo per rivitalizzare l'ambiente che sembra ritornato quello dell'era Di Francesco.

Il Cagliari ha bisogno di una scossa emotiva prima che di classifica, vincere del resto aiuta a vincere, ma non è mai semplice se si parte da zero.

Prima o poi una vittoria arriverà, ma a preoccupare è il poi e anche quello che verrà dopo.